Quale fornello da campeggio scegliere?

Alcuni consigli sull’attrezzatura da campeggio per cucinare

L’estate è finalmente arrivarticoli da campeggioata e molti hanno già scelto la meta per le vacanze: è il momento di acquistare  attrezzatura da campeggio, tenda, sacco a pelo e fornello da campeggio.

Che siate alle prime armi o abituè, molti di voi si staranno facendo la domanda che tormenta i campeggiatori ogni estate: “cosa portare in campeggio?”.

Ci sono i puristi del campeggio con zaino in spalla e il motto “due cuori e una tenda”. Poi ci sono quelli che invece vorrebbero portare con sé la propria casa!

Per questo motivo, noi di Offertecampingvillaggi, vi daremo una mano ad orientarvi all’interno del variegato mondo dell’attrezzatura da campeggio.

La prima cosa alla quale un campeggiatore deve pensare è la tenda, vi abbiamo già illustrato le diverse tipologie, e dato qualche dritta su come montarla.

Cucinare all’aria aperta: il fornello da campeggio

Dopo aver trovato la tenda perfetta, che sarà la vostra seconda casa, passiamo ad un altro dei bisogni primari: l’alimentazione. Se non volete cibarvi esclusivamente di scatolette o mangiare sempre fuori, assottigliando il portafogli, avrete bisogno di dotarvi di un fornello da campeggio.

Ce ne sono di diverse tipologie, prezzi e dimensioni, adattabili a tutte le tasche ed esigenze. La prima cosa da prendere in considerazione è il tipo di campeggio che desiderare intraprendere, nomade o stanziale, quindi lo spazio in valigia e il veicolo scelto per il viaggio. Bisogna inoltre tenere presente anche il tipo di combustibile del fornelletto da campeggio e la sua reperibilità.

Bombole o cartucce: il fornelletto da campeggio a gas

Fornelletto da campeggio a gas
Fornello da campeggio a gas con cartucce

Il fornello da campeggio più comune è quello a gas, che può essere alimentato con bombole o con cartucce.

Il primo tipo è più consigliato a chi fa campeggio stanziale o viaggia in camper. La sua struttura è simile ai classici fornelli casalinghi, e di solito è dotato di più fuochi, per cucinare più cibi contemporaneamente. È alimentato con normali bombole da cucina ricaricabili, e nonostante sia di semplice utilizzo e piuttosto economico ha un peso e delle dimensioni importanti.

 

Se avete poco spazio e avete intenzione di spostarvi spesso, il fornello da campeggio con cartuccia è invece quello che fa per voi, poiché è meno voluminoso e più leggero. Le bombolette sono esterne e alimentate a propano e butano e sono usa e getta, per questo è bene portare qualche ricambio con sé, verificarne la compatibilità, e non disperdere quelle usate nell’ambiente.

Dotato di un fuoco solo, va bene per cucinare per una o due persone e per pietanze poco elaborate. Tra i vari fornelletti a gas con cartuccia, vi suggeriamo il modello “a nido d’ape”, poiché è permette di cucinare anche se c’è molto vento.

Ad ogni modo è sconsigliato usare questo tipo di fornelletto da campeggio in caso di alta quota e di temperature troppo basse.

Il Fornello da Bistro

Fornello da campeggio da bistro
Fornello da campeggio da bistro

Un altro modello di fornello a gas è quello da bistro, molto simile ad un fornello domestico e per questo facile da usare, spesso dotato anche di più fuochi. Caratteristica fondamentale di questo fornelletto da campeggio è che è molto sicuro. La cartuccia si trova infatti al suo interno: la bomboletta può essere cambiata e bloccata in tutta sicurezza grazie ad una levetta. Anche in questo caso è bene avere qualche accorgimento: il fornello da bistro va utilizzato solo su superfici piane.

 

Alimentazione a multi-combustibile

fornello da campeggio a multicombustibile
Fornello da campeggio a multi-combustibile

Un altro modello è il fornello da campeggio a multi-combustibile, come si capisce dal nome può essere alimentato da diversi tipi di combustibile, come alcool, benzina, gasolio, etc…

La sua qualità migliore sta nel fatto che è davvero semplice trovare il combustibile per ricaricarlo, in qualunque parte del mondo vi troviate. Lo suggeriamo quindi ai campeggiatori più cosmopoliti e avventurosi. La benzina, ad esempio, è reperibile anche oltre Europa, e molto spesso anche in alcuni rifugi.  Rispetto agli altri modelli, però, richiede una spesa iniziale più elevata, anche se ciò può essere visto come un investimento, se si pensa al prezzo, molto economico, di alcuni combustibili con cui è compatibile. Inoltre l’accensione richiede più tempo e la manutenzione è più laboriosa e va effettuata frequentemente.

 

Il fornelletto ad alcool

Infine, vi segnaliamo il fornelletto da campeggio ad alcool. È molto indicato per il campeggio nomade ed in particolar modo per gli escursionisti. È infatti leggerissimo, dato che il combustibile è contenuto dallo stesso fornelletto, inoltre è molto economico e si può costruire facilmente anche a casa. Spesso il fornello ad alcool vine venduto all’interno di un kit con le pentole, quindi è molto comodo per chi ha necessità di viaggiare leggero ed occupare poco spazio. Il difetto di questo fornello è la scarsa potenza, che rende la cottura piuttosto lento. Lo consigliamo dunque per cuocere alimenti di breve cottura destinati da una o due persone al massimo.

Ora siete pronti per scegliere il vostro fornelletto ideale e per realizzare il menù delle vostre vacanze! Se avete in testato qualche ricetta da campeggio, o ne avete in mente qualcuna che morite dalla voglia di provare vi invitiamo ad inviarla alla nostra redazione! Le pubblicheremo sul nostro blog, su Facebook e su Twitter!

Scrivete a info@italcamping.it oppure contattate la nostra pagina Facebook.

Buon appetito!